Progetto: "Salute e vita Sana"

Vi siete mai chiesti con che materiali è costruita una porta?
Tutte le porte esistenti sul mercato sono prodotte con materiali che contengono più o meno sostanze nocive.
Queste sostanze tossiche si possono riassumere in una parola: Formaldeide.

La formaldeide è un composto organico che viene usato come mezzo di conservazione e come battericida. Le sue soluzioni acquose sono incolori e posseggono un odore caratteristico. Dato il largo impiego di resine derivate dalla formaldeide nelle produzioni di manufatti, rivestimenti e schiume isolanti, considerato che queste tendono a rilasciare nel tempo molecole di formaldeide nell'ambiente, questa sostanza è uno dei più diffusi inquinanti di interni.


Effetti sulla salute umana
A concentrazioni nell'aria superiori a 0,1 ppm può irritare per inalazione le mucose e gli occhi. L'ingestione o l'esposizione a quantità consistenti sono potenzialmente letali.
L'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) sin dal 2004 ha inserito la formaldeide nell'elenco delle sostanze considerate con certezza cancerogene per la specie umana.

L' O.M.S. (Organizzazione Mondiale della Sanità), ha indicato, come limite massimo di concentrazione accettabile di formaldeide in casa, 100 microgrammi / metrocubo (pari a 0,1 ppm - parti per milione).

•    Documentazione Regionale Salute
•    Dossier sulla Formaldeide di Lega Ambiente

ATTENZIONE!
La cancerogenicità è stata accertata sui roditori. Si è anche osservata una limitata evidenza di aumento di incidenza di cancro delle cavità nasali e paranasali e di leucemia. La formaldeide è in grado di interferire con i legami tra Dna e proteine.

Applicazioni industriali
Utilizzata nella manifattura di plastica e resine (urea-formaldeide, fenoliche, poliacetiche e melamminica), come intermedio nella produzione di derivati acetilenici, pentaeritrolo, esametilentetraamina, 4,4' metilendifenil diisocianato, trimetilolpropano e per agenti chelanti, in agricoltura (trattamento dei semi e disinfezione del suolo), come reagente di laboratorio, conservante in cosmetica, nei deodoranti, nei disinfettanti, come intermedio per coloranti, nei processi di imbalsamazione, in istopatologia, come stabilizzante in prodotti idrocarbonici, come agente conciante, nei trattamenti di disinfezione in medicina, come anticorrosivo in trattamenti metallici, intermedio chimico per carte speciali,indurente per pellicole fotografiche, disinfettante e intermedio chimico nell'industria della gomma, solvente nell'industria chimica, additivo alimentare (es. per amidi), intermedio per tensioattivi, nel trattamento fibre tessili, come conservante del legno.

La nostra porta Doorlux® è stata progettata dopo anni di ricerca per garantire una vita sana, tenendo presente che la casa è la nostra terza pelle: deve respirare e non accumulare sostanze nocive.
Invece molte abitazioni sono inquinate dalle esalazioni delle sostanze usate nei materiali da costruzione e nell'arredamento, responsabili di mal di testa, fenomeni allergici e altri disturbi.

Con i biomateriali non si corrono questi rischi.